Pyari Onlus

Il mio nome è Sabitri Bhutia ed ho 15 anni. Lavoravo come aiutante domestica a Gangtok da quando sono piccola e non sono mai andata a scuola. Non ho ricordi della mia infanzia né della mia famiglia. Non so da dove vengo.

Lavoravo da una donna tibetana. Da lei abitano diversi figli dei suoi parenti, che stavano frequentando le scuole primarie e secondarie a Gangtok. Il mio lavoro consisteva nel seguire i lavori domestici come cucinare, lavare, pulire, passare lo straccio, guardare i bambini più piccoli. La mia giornata cominciava alle 4 del mattino e finiva alle 11 di sera. Ho lavorato in questo modo per anni, senza sentire mai una parola di ringraziamento. Amore, cura e rispetto per anni non sono esistiti. Alla fine li ho trovati in uno dei miei vicini!

Il vicino era un giovane muratore del Bihar, di nome Kanaiya venuto in Nord Bengala per lavorare in un cantiere vicino, e pian piano la nostra amicizia è diventata amore. Ho spesso sognato di poter avere una famiglia con lui, e questo sogno mi dava il senso di appartenenza a qualcuno. I suoi colleghi mi prendevano in giro. Un giorno mentre Kanaiya era in città, un suo amico mi ha confidato che lui era già sposato ed aveva dei bambini. La notizia mi ha spezzato il cuore, ma desideravo comunque rivedere Kanaiya per sentire da lui la verità.

Il mio datore di lavoro scoprì la mia relazione e mi ordinò di interromperla immediatamente. Non sapevo cosa fare e sono scappata a Siliguri per cercare Kanaiya. Sono arrivata in una grande città inospitale e non sapendo dove andare mi sono ritrovata in una stazione della polizia. Sono stata fermata presso di loro per 4 giorni ed alla fine sono stata spostata alla Casa Rifugio Pyari.

Non appena sono arrivata alla Casa Rifugio, mi hanno portata all'ospedale per un controllo medico, e sono stata supportata dalle educatrici. Oltre a me c'erano tante altre bambine più piccole, che sono diventate come una famiglia. Una volta alla settimana trascorro del tempo a parlare con l'educatrice: questi momenti mi aiutano ad esprimere i miei dubbi e le mie emozioni, a parlare delle mie paure e ad accettare ciò che fino ad oggi non ero riuscita ad accettare.

Grazie al modo semplice di studiare, ho pian piano imparato a distinguere le lettere ed a scrivere. In tre mesi sono riuscita a leggere ed imparare i numeri in inglese, in nepalese ed in hindi. Ora scrivo il mio nome, che mi sembra un grande successo! Ho imparato a disegnare e dipingere. Dato che amo i libri, mi hanno chiesto se ero interessata a studiare in una scuola. Mi hanno parlato di un istituto educativo chiamato "Indira Gandhi National Open School Board" che ha un corso speciale di 5 anni per la preparazione ed educazione di individui come me, al fine di sostenere esami ed essere promossa alla classe decima.

Sono orgogliosa di come sono diventata e sono sicura per affrontare la vita. Vorrei diventare un'insegnante ed aiutare le ragazze con me. Vorrei anche esprimere la mia profonda gratitudine per Pyari, per avermi aiutata a costruirmi un'identità e per avermi dato la possibilità di vivere meglio la mia vita.

inizio pagina
© Pyari Onlus Via Porlezza, 16 20123 Milano Italy Tel. +39 348 6411464 e-mail: info@pyarionlus.org